Tutti i protagonisti della formula 1 dal 1950 ad oggi


RASSEGNA STAMPA
 
CLUB, Rivista ufficiale del "Ferrari Club Italia"

L'articolo completo >>
ENGLISH VERSION English version
Rosso in corsa

Acquerelli ed acrilici per lui non hanno segreti, specie in tutte le tonalità del rosso, colore che, da buon emiliano, predilige più d'ogni altro.

Quando la Ferrari compiva i primi passi, Giovanni Cremonini aveva appena sei anni, sufficienti ad instillare una passione che, senza poterla domare, ha segnato la sua intera esistenza.

Cremonini di lavoro fà il grafico, ma questa è un'attività tutto sommato fittizia visto che, fresco di diploma, iniziò da subito il suo apprendistato nello studio di Antonio de'Giusti, uno dei signori dell'illustrazione automobilistica.

Dal Professore, Cremonini imparò quanto più poteva sulle tecniche più raffinate e l'uso dei vari tipi di materiali, costruendosi un'esperienza invidiabile che mise quasi da subito al servizio del suo grande amore, la Formula 1.

La conoscenza diretta e la frequentazione che de' Giusti poteva vantare con Enzo Ferrari, portarono il giovane Cremonini ad essere testimone diretto e privilegiato di una storia che gli cresceva accanto, con le sue vittorie e le sue sconfitte, le gioie e le tragedie.

 

L'ambiente della F 1, vicino e palpabile, gli permise di sviluppare una sensibilità pittorica di straordinario impatto, capace di trasmettere il dinamismo delle vetture in corsa, il dettaglio tecnico stressato dall'uso, il volto del pilota teso nello sforzo della competizione.

Forse senza che se ne rendesse pienamente conto, l'arte aveva avuto il sopravvento sul mestiere e Giovanni Cremonini ha iniziato a fare dei ritratti di macchine e piloti il principale soggetto del suo lavoro, con un quasi esclusivo leit-motiv, la Ferrari oggi Cremonini è un'artista affermato.

 

I suoi lavori hanno conosciuto la copertina dei giornali specializzati, sono diventati i manifesti ufficiali di numerose edizioni del Gran Premio di San Marino, fanno parte di collezioni private. Nel 1991 e nel 1992 sono stati protagonisti di due personali alla Galleria Ferrari di Maranello, sui temi dei grandi campioni del Cavallino e dell'indimenticabile Gilles Villeneuve.

Curiosamente, tra i lavori che predilige, ci sono i ritratti di Jim Clark e Jackie Stewart, due piloti che non solo non hanno corso per Ferrari, ma sono stati tra gli avversari più combattivi e pericolosi della Scuderia di Maranello.

Nel 1995, Cremonini inizia uno dei suoi lavori più importanti, la raccolta "il mito Ferrari nella Formula 1". Si tratta di 16 tavole, sviluppate, quasi per caso, nell'arco di sette anni. Le prime, realizzate inizialmente in bianco e nero e successivamente ultimate a colori, riguardavano i gloriosi campioni del mondo del passato: Ascari, Fangio, Hawthorn. Negli anni, di pari passo con i ritrovati successi del Cavallino, Cremonini ha completato la parata dei piloti iridati, aggiungendone altri che. pur non avendo raggiunto il massimo titolo della F1. si sono ritagliati in uno spazio importante nel cuore dei tifosi, come Regazzoni, Villeneuve, Von Trips, Pironi, Arnoux e Tambay. oltre ad Irvine e Salo. Della cartella ne esistono 100 esemplari numerati con cifre arabe e 20, fuori commercio, numerati con cifra romana, ogni cartella contiene la litografia tirata al torchio dei dipinti originali: al termine della tiratura, le lastre e gli impianti utilizzati per realizzare l'opera sono stati distrutti.

Giovanni Cremonini - Piazza VII Novembre 1944, 8 - 40122 Bologna (Italy) - Tel. +39 051 521235
e-mail: info@grcremonini.it

I campioni del mondo | Kimi Raikkonen | Michael Schumacher | Ayrton Senna | Gilles Villeneuve | I principali team di F1 | Poster e locandine
Dipinti su commissione | Cartoline da collezione | Il mito Ferrari in Forumula 1 | Gilles Villeneuve | Michael Schumacher "150° Vittoria" | Filatelia

Copyright © Giovanni Cremonini 2018. Tutti i diritti riservati